L’innovazione digitale, generatrice sociale, in epoca post Covid-19

L’idea principale del progetto è duplice, da una parte:

  • formare 20 donne disoccupate e a rischio povertà, individuate nei comuni partecipanti attraverso gli sportelli degli assessorati al sociale, che saranno formate , in presenza e via web su apposita piattaforma digitale, su alcune materie di base per approcciare l’utenza fragile e over 65, a titolo esemplificativo: sostegno psicologico alle persone anziane e sole, supporto logistico alle esigenze di base e ai servizi del territorio, didattica su comunicazione social e progettazione di attività culturali/ricreative /ludiche

Dall’altra:

  • individuare 100 over 65 e condurli fuori dall’isolamento forzato pandemico con sostegno a distanza, riducendo il loro digital divide,riaccendendo la loro vita sociale ,costruendo anche un ponte intergenerazionale che possa tenere in vita una comunità e la sua memoria.
    In sintesi l’idea progettuale è volta ad assicurare il coinvolgimento sociale, la riduzione del gap formativo e l’uscita dall’isolamento psicologico delle categorie più deboli della popolazione dei comuni interessati, gli over 65 e creare anche condizioni favorevoli al superamento degli svantaggi causati dall’ambiente montano e dalla marginalità del territorio.

La proposta progettuale si sviluppa in 3 fasi:

1 – FORMAZIONE/RESKILLING

Formazione e reskilling di 20 donne under 50 disoccupate a rischio esclusione sociale in modo da avere persone formate all’ascolto e all’aiuto, alla progettazione di attività culturali/ricreative e al tutoraggio di persone fragili, a titolo esemplificativo e non esaustivo:
-rudimenti di sostegno psicologico a distanza delle categorie fragili;
-ascolto e dialogo a distanza
-gestione dei servizi informatici di base: cellulari , ipad, computer e social network al fine di rendere autonomi gli over 65 e contrastarne l’isolamento anche dalle famiglie
-gestione e somministrazione dei questionari di rilevazione bisogni
– formazione a tecniche di comunicazione per la gestione dei conflitti alla resistenza al cambiamento, ad instaurare relazioni collaborative
-formazione ed informazione su tutti i presidi e servizi territoriali comunali presenti che possano aiutare le persone fragili ad orientarsi nelle esigenze giornaliere di base
Inoltre la formazione verterà sul
-rafforzamento delle donne-empowerment
-diritti delle donne
-rafforzamento autostima

2 – SUPERAMENTO DIGITAL DIVIDE GENERAZIONALE

In una prima fase a livello territoriale dei singoli comuni i 100 over 65 a gruppi saranno coinvolti, con l’allestimento di aule in presenza, nel pieno rispetto delle normative anti -covid 19, nel percorso di alfabetizzazione digitale.
In una seconda fase, utilizzando le nozioni apprese nella prima fase formativa, ogni utente verrà formato sulle modalità per renderlo indipendente nei servizi di base: gestione del conto corrente on line, pagamenti bollettini ed f24, utenze, bonifici, pensione…. A titolo esemplificativo.

3 – INCLUSIONE SOCIALE

Riattivando la vita sociale degli utenti (donne e anziani),costruendo un ponte intergenerazionale che possa tenere in vita una comunità e la sua memoria ,progettando attività culturali/ricreative ,attivando servizi di tutoraggio alle persone fragili ricostruendo quei legami sociali e relazionali nel tessuto sociale per costruire rapporti “a misura d’uomo” e rendere accogliente ed inclusivo il tessuto sociale.